Iperauto: la rivoluzione comincia dall’auto

16 04 2008

Mentre ieri scrivevo di Gorbaciov e della rivista S. Francesco Patrono d’Italia, mi è tornato alla memoria un articolo di alcuni anni fa, di Umberto Folena, che descriveva l’iperauto e così titolava:

“La rivoluzione comincia dall’auto”

EH!?

Oggi l’ho cercato e con un tocco di fortuna l’ho trovato, era sul numero di novembre del 2001, poco dopo i tragici famosi eventi dell’ 11 settembre!

Mi aveva talmente colpito che avevo dattiloscritto tutto il pezzo per poterlo avere “in mano”. Desidero ora condividerlo, spero con buona pace dell’autore.

la_rivoluzione_comincia_dallauto_08

Annunci




Gorbaciov ad Assisi

14 04 2008

Gorbaciov ad AssisiSono abbonato da quasi ventanni alla rivista “SAN FRANCESCO patrono d’Italia” e leggo spesso, con piacere e interesse, articoli di vera avanguardia.

L’esperienza di oggi, leggendo l’intervista improvvisata al Grande Personaggio, ha qualcosa ancora di più: la carta stampata ha tirato fuori da me emozioni talmente forti come se fossi stato presente all’evento.

“Fratello Gorbaciov in visita ad Assisi” titola Giacomo Galeazzi, ed io mi soffermerei su “Fratello” per esprimere l’intensa natura umana che emana il nobile nobel Mikhail.

Siamo circondati da esseri straordinari ma per sentire “la foresta che cresce” bisogna stare in silenzio, immobili ed attenti a percepire le sottili energie, straripanti emozioni, nascoste nel vuoto dello spazio intorno, ovunque, a tutti noi.





Rete di libero scambio

13 04 2008

Anche a Brescia si è costituita una rete di libero scambio: “Rete dorata“.

Nella presentazione ci sono in dettaglio motivazioni, principi ispiratori, possibili scenari di evoluzione e la descrizione dell’organizzazione.

Anche questa iniziativa segna il confine del vecchio che se ne va e del nuovo che si va formando.

Non possiamo ancora percepire quanto vasta sia questa foresta che sta crescendo, non fa rumore come un albero che cade, ma cresce inesorabilmente.

Possiamo allora, nel silenzio interiore ed esteriore, cercare di proiettarci in alto e, liberati dalla zavorra della carne, scrutare l’infinito e il vuoto di cui siamo fatti per tornare poi a vivere la semplicità delle relazioni sulla base della solidarietà, e

Inventare un nuovo linguaggio collegato ad un nuovo modo di essere che si basa non sul denaro e sui beni ma sulla libertà , il rispetto, la reciprocità , la responsabilità, la solidarietà, la creatività, la generosità , la voglia di vivere…

Allora Poesia e Vita si possono sposare.





Gaber era buddista?

8 04 2008

Ci vuole una bella elasticità mentale per accettare l’idea che siamo tutti parte di una unica realtà e che insieme formiamo quel che comunemente chiamiamo “umanità”.

Siamo tutti uguali nel potenziale anche se ognuno di noi esprime una personalità unica e distinta da tutti gli altri esseri umani. E ancor più complesso è l’intreccio con i miti e gli archetipi.

Ma [… “se siamo (qui) insieme ci sarà un perchè”, diceva una famosa canzone di Cocciante…] come facciamo a scoprire chi siamo, ricordare chi siamo, raggiungere la nostra intima natura, nascosta dentro la materia densa?

Non è facile togliere i “veli” dell’ignoranza ma certamente la prima cosa da accettare e quindi agire, parte dal concetto che “qui tutto è falso“, come dice Gaber, parafrasando il concetto, del Signore Budda, che la realtà non è più di un sogno, non ha una vera consistenza.

Grazie Giorgio. Forse eri buddista.





Importante appuntamento

3 04 2008

Per il 25 aprile il Centro Buddista di Brescia ospita Lama Trehor. Originario del Tibet, della regione di Kham, ha completato il ritiro tradizionale di tre anni sotto la guida del Venerabile Kalu Rinpoce. E’ stato poi nominato professore al monastero di S.S. Gyalwa Karmapa a Rumtek e inoltre ha insegnato in tutta l’Asia del sud-est. Da agosto del 2005 è il Direttore spirituale dell’Istituto Karmapa di Valderoure in Francia ed è responsabile del Centro Bodhipath in Germania.

Argomenti trattati: “la natura di Buddha” e “la pratica dei 35 Buddha”.

Orari: dalle ore 15 alle ore 19 (con una pausa intermedia) da venerdì 25 a domenica 27 aprile.





Moneta Complementare

2 04 2008

Da più parti ormai giungono ogni giorno informazioni sulla nostra devastata situazione economico-finanziaria.

Messaggi importanti che ci riguardano in maniera molto stretta: chi di noi riesce a far a meno del denaro? Di chi è il denaro? Impossibile farne a meno, ma si può gestire questo strumento in maniera diversa.

Grande opportunità per cambiare anche il nostro stile di vita, lo SCEC (Solidarietà ChE Cammina) propone una visione più umana e crea opportunità di incontro e di dialogo, unisce e sviluppa la dimensione sociale dell’essere.





L’arcipelago e il cerchio

28 03 2008

Sono 2 belle immagini che rappresentano un pensiero fondamentale: l’indissolubile unità del tutto.
Se nella nostra mente riusciamo a figurarci come parte olografica dell’insieme allora abbiamo buone probabilità di iniziare il viaggio che ci potrà portare nella condizione di cercare le giuste risposte alla domanda ultima: chi siamo?
Il viaggio è quello interiore.
La bella notizia: siamo dei Buddha e quindi, se siamo determinati e umili nel cammino, è solo questione di tempo.
Ma il tempo? Abbiamo tutto il tempo che vogliamo?