Condivisione nell’era dell’internet

22 08 2010

Un professionista come Sergio Maistrello ne ha scritto da tempo; ultimamente è tornato a rifletterne sul suo blog.

Gaspar è stato il mio Caronte dell’internet; sul suo blog ho scoperto Doc & David (it.) e altri blogger interessanti; così usa i “socialcosi”.





Muxtape

4 04 2008

Anch’io lascio la mia cassettina!!!





Moneta Complementare

2 04 2008

Da più parti ormai giungono ogni giorno informazioni sulla nostra devastata situazione economico-finanziaria.

Messaggi importanti che ci riguardano in maniera molto stretta: chi di noi riesce a far a meno del denaro? Di chi è il denaro? Impossibile farne a meno, ma si può gestire questo strumento in maniera diversa.

Grande opportunità per cambiare anche il nostro stile di vita, lo SCEC (Solidarietà ChE Cammina) propone una visione più umana e crea opportunità di incontro e di dialogo, unisce e sviluppa la dimensione sociale dell’essere.





Basta omissioni, è arrivato il momento di agire

30 11 2007

Pensieri, parole, opere e … omissioni.

Quante volte abbiamo recitato questa frase durante la “Messa”!

Ormai le idee sono disponibili ovunque, basta volerle cercare, in rete c’è tutto: centrofondi, sovranitàmonetaria, disinformazione, signoraggio, consapevole, la tela, assolutamente impensabile pochi anni fa.

Per passare dalle parole ai fatti senza arrivare alle “omissioni” c’è però bisogno di stringere un patto interiore d’acciaio tra cervello e cuore, la mente e il braccio: è in arrivo il TAU!





La rivoluzione, oggi … rivoluzione monetaria

29 11 2007

Da alcuni mesi, navigando nella rete, ho scoperto di non essere libero, ma schiavo del denaro.

Libertà e schiavitù sono parole talmente cariche di significato, con aspetti così profondi e delicati che abbiamo perso il senso del loro valore, tanto in quanto veniamo anestetizzati dal “rumore” delle notizie e delle immagini.

Piano piano, leggendo i report di centrofondi e gli scritti di sovranitàmonetaria, ho superato il limite del disagio e della vergogna derivanti dalla mia ignoranza in tema di economia e finanza e ho iniziato ad ambire la vera informazione.

E come si sà è la verità che ci rende liberi.





La dimensione “essere” della rete

10 05 2007

Sono anni che mi approccio alla rete e mi insinuo, a tratti, nelle sue pieghe. Vorrei cercare di “comprenderla”, ma non sono ancora in grado di “vederla” tutta.

Perché oggi sono qui?

Leggendo leggendo un po’ qua un po’ là, tra i vari blog, sono arrivato nelle pagine di Gaspar Torriero e ho scoperto: “internet: di che cosa si tratta”; si è aperto uno spiraglio importante, ed eccomi scivolato attivamente in essa.

C’è in me la curiosità che spinge alla scoperta (come Colombo), alla ricerca di una meta che sento già esistere dentro di me; forse l’internet, con la sicurezza che esprime di poter contenere Tutto, offre il piacere che scaturisce dall’Essere senza il bisogno di Avere! C’è spazio per tutti, semplicemente si è!

E per me questo spazio vuol dire Musica: l’insostenibile leggerezza dell’essere si affranca e si ristora nello spirito del suono che, con la sua potente natura divina, non ha bisogno di dare spiegazioni.